Added by on 9 ottobre 2017

La Puttana -Seconda e ultima parte-

La donna emetteva a questo punto mugolii molto forti, che forse avrebbero potuto farci scoprire. Tutti intorno a me dormivano e l’oscurita’ regnava. Così, non sto a farla troppo lunga, gli ho risposto dicendo che ci saremmo potuti andare a prendere un caffè il giorno dopo. . Finita la festicciola Klaus ci disse che se avevamo bisogno potevamo ripassare tranquillamente, Io e Cristian andammo in giro per il camping tanto per non andare a letto e goderci la notte. quando hai toccato la mia faccia per mostrare ad Alice ciò che doveva fare, io, um . Non succedeva da tanto, ma il solito piccolo dolore iniziale e poi nuovamente la gioia del sesso e del piacere. Lui invece diede gli ultimi colpi con la mano di lei a coccolarle le grosse palle e ad amplificarne l’eccitazione. Poi la lussuria a****le lo sopraffece, cominciò a pistonare dentro di me. ” “Let me talk with my boss before I say yes or no. Alla fine la vidi infastidita e preferii rimandare, avrei ripreso il discorso in un altro momento. . Poi mi disse di mettermi sotto, voleva stare sopra lei, così facemmo, ed inizio un bel movimento, non lento, sostenuto, ma piano, piano aumentava, come aumentava pure il mio godimento, sentivo la sborra muoversi, era nelle palle che stava creando un certo prurito, lei aumentava i colpi con la quale faceva affondare il cazzo dentro di lei, la sentivo che stava aumentando i giri sempre più, sentivo che stava per aver un altro orgasmo. Ero senza fiato ed anche Davide lo era.

Sure:
Etiketler: La Puttana -Seconda e ultima parte-

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*